Log20

Libro “Infortunistica Stradale” di Daniela Bardoni

Con un approccio apertamente pratico-casistico, il presente scritto si propone l’ambizioso obiettivo di condensare in alcune pagine, le più rilevanti questioni di carattere applicativo che, con maggiore frequenza, si pongono davanti a chi intende affrontare una questione in materia di infortunistica stradale. 

Tale materia si inserisce in una cornice di regole, che col tempo è divenuta particolarmente complessa e ricca di contraddizioni, inspirata da un’esigenza di tutelare da un lato il privato cittadino che si trova coinvolto, suo malgrado, in un sinistro, dall’altro di salvaguardare gli interessi delle Compagnie Assicurative che a loro volta svolgono una funzione sociale. 

Le persone che vengono danneggiate, sono ogni giorno sempre più numerose, il traffico, soprattutto nelle città è sempre più intenso, biciclette, biciclette con la pedalata assistita, monopattini elettrici, ciclomotori, motociclette, minicar, auto, autocarri invadono le nostre strade, i marciapiedi, le ciclabili. Ognuno con il suo mezzo di trasporto diventa un probabile danneggiante o danneggiato, c’è chi rispetta le regole, ma c’è pure chi sprezzante del prossimo, le stesse regole viola oppure non conosce.

Si parla di giungla metropolitana e, in questo contesto così policromo, si verificano incidenti sempre più gravi, dove spesso è difficile pervenire alla verità fattuale e, dove a volte il buon senso viene superato da regole contraddittorie e incoerenti, o nei casi peggiori da manipolazioni e alterazioni che modificano le dinamiche. 

Ecco che dunque sorge l’esigenza di una consulenza professionale altamente qualificata, perché il sistema risarcitorio odierno, pensato dal nostro legislatore è diventato così complesso, che in pratica è impossibile per il privato cittadino, riuscire ad ottenere la giusta tutela del diritto al risarcimento, senza la collaborazione di un professionista esperto in infortunistica. 

Anche perché la persona che subisce un infortunio o un incidente stradale o un altro tipo di lesione, si trova a doversi confrontare ma più spesso a scontrare da sola con grossi gruppi assicurativi, che trattano migliaia di sinistri all’anno, e che godono di un’organizzazione capillare e ben strutturata, contro la quale il singolo non ha molte chance di far sentire la sua voce. Chiedere l’aiuto ad un professionista del settore diventa, pertanto, un passaggio imprescindibile, in quanto soltanto attraverso di lui è sicuro che venga instaurato un valido contraddittorio con la Compagnia di assicurazione, in modo da garantire al danneggiato una tutela a trecentosessanta gradi e a fargli ottenere il giusto risarcimento. 

Non è presunzione ma di fronte ai colossi assicurativi, l’unico modo per non soccombere o per non vedere le proprie richieste ridotte o rifiutate, è quello di avvalersi del professionista a conoscenza delle norme e delle prassi, esistenti tra Compagnia e danneggiato. Dunque è importante che colui che opera in questo settore, sia sempre costantemente aggiornato per stare al passo con i propri interlocutori.

Anche se la conoscenza della normativa vigente e delle procedure di risarcimento spesso non è sufficiente, perché è una materia in cui spaziano altre figure professionali: medici legali, medici specializzati, periti, ingegneri, agenti. 
In buona sostanza, un avvocato esperto in infortunistica per garantire un assistenza completa al proprio cliente, oltre ad essere sempre aggiornato sulla normativa di riferimento, deve anche avvalersi della consulenza ed assistenza di altri professionisti con competenze specifiche. 

Questo manuale si pone, allora, l’obiettivo da un lato di riportare, con una stesura chiara e lineare, i fondamenti giuridici della materia definita “infortunistica” e, dall’altro, di fornire utili informazioni per gestire la fase stragiudiziale. Completano il volume, una selezione della normativa vigente, un dizionario dei termini tecnici più importanti, le tabelle per la quantificazione del danno di Roma e Milano, un formulario con i principali atti che un professionista si trova a dover redigere in ambito dell’infortunistica.

Torna in alto